Preventivo

Le zecche sono i parassiti esterni più frequenti e più dannosi per gli animali domestici. Questi parassiti sono portatori di numerose malattie che possono essere trasmesse agli animali attraverso le loro punture. Per prevenire tali condizioni, in questo articolo parleremo in maniera approfondita delle zecche: come riconoscerle e come eliminarle.

Come identificare le zecche

Le zecche adulte preferiscono quelle zone in cui accedono al sangue con maggior facilità, come ad esempio: collo, orecchie, inguine, zona perianale. Per questo motivo dovrai cercare le zecche innanzitutto in queste parti del corpo.
Una volta stabilitasi sul corpo dell’animale, la zecca perforerà la pelle dell’animale provocando un’emorragia facile da identificare. Il parassita introdurrà nell’animale la sua saliva, che può provocare anche una paralisi o un’intossicazione. Tutto questo causerà prurito nell’animale.
Quindi, i sintomi di puntura di zecca nel sono: piccola emorragia locale, forte prurito e possibile paralisi o intossicazione.

Oltre a provocare alcuni sintomi, le zecche possono trasmettere una serie di malattie.

Le più comuni sono:
Malattia di Lyme – Causa un’infiammazione delle articolazioni, febbre, mancanza di appetito, abbattimento e problemi renali.
Anaplasmosi – Provoca febbre alta, diarrea, vomito, mancanza di appetito e paralisi nelle articolazioni infiammate.
Babesiosi – Provoca un’anemia graduale, ma anche ittero e febbre.
Epatozoonosi – Provoca ipertermia, anemia, poliuria e causa problemi motori.
Anemia generale.

Come eliminare una zecca

Se l’animale presenta già i sintomi tipici della puntura, il modo più rapido per identificarla è manualmente. Se ne trovi fino a tre, potrai toglierle a mano, ma se ne trovi di più ti consigliamo di recarti dal veterinario.
Una volta identificata la zecca, dovrai procurarti delle pinzette, prendere il parassita afferrandolo il più vicino possibile alla bocca e iniziare a tirare con delicatezza, sempre verso l’alto. Non farlo mai in maniera brusca e non girare la zecca, altrimenti potrai lasciarne una parte sul corpo dell’animale, provocando un’infezione maggiore. Dopo l’estrazione bisogna verificare se è rimasto qualche residuo sottocutaneo. Se la parte rimasta sotto pelle è grande, dobbiamo recarti immediatamente dal veterinario perché il rischio di infezione è altissimo.
Dopo aver rimosso la zecca, è fondamentale disinfettare la zona e recarsi dal veterinario per determinare se il parassita gli ha trasmesso qualche malattia.

Per evitare che il tuo animale ospiti questi parassiti molesti, sul mercato esistono una serie di prodotti adatti (fiale, collari, shampoo ecc.). Ti consigliamo di comprare un pettine per le pulci e di spazzolare l’animale dopo la passeggiata, in modo da riuscire a rimuovere la zecca depositata sul suo corpo, ancor prima che lo punga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Preventivo
Cart Overview