Preventivo

Chi vive con un cane già da un po’, probabilmente lo capirà al volo. Chi ha poca esperienza, invece, a volte trova difficile intendersi con il proprio amico animale. In effetti non è sempre facile. Ma quando uomo e cane si capiscono il loro legame è più forte e sono più in sintonia.

Come comunicano i cani?

I cani comunicano tramite due canali principali:

  • Versi (es. grugnito, abbaiare, guaito con diversi toni e intensità).
  • Linguaggio del corpo (gesti, mimica e postura).

I vari versi del cane

  1. Abbaiare
    Sono molti i motivi per cui i cani abbaiano: vogliono mangiare, vogliono fare una passeggiata o vogliono giocare. I cani abbaiano anche quando sospettano un pericolo o quando si sentono minacciati.
    In linea di massima, l’abbaiare acuto cerca di essere amichevole e coinvolgerti. L’abbaiare profondo, invece, è tipico di un cane arrabbiato o che si sente minacciato. Se abbaiano eccessivamente di solito è perché sono annoiati e non hanno nulla di interessante da fare.
  2. Ululare
    Molti cani di casa a volte ululano. I cani tendono ad ululare quando provano dolore, quando si sentono soli o stressati. Anche se sembrerà strano, ululare con il tuo cane rafforzerà il vostro legame, dimostrando di appartenere allo stesso branco.
  3. Guaiti
    I cani di solito guaiscono perché non vedono l’ora di poter uscire oppure lo fanno per lamentarsi o per frustrazione. Molti cani soffrono l’ansia da separazione quando devono stare a casa da soli. In questi casi guaiscono spesso.
  4. Il grugnito
    Il grugnito (il ringhiare) è l’ultimo avvertimento prima del morso. Quindi non va mai sottovalutato. Se il cane ogni tanto ringhia non c’è da preoccuparsi. Non bisognerebbe mai impedirgli di farlo. I cani a cui non è permesso ringhiare possono sentirsi forzati a mordere subito.

Il linguaggio del corpo nel cane

Elemento fondamentale è il linguaggio del corpo, con cui si comunicano sensazioni e sentimenti.

La postura

Dalla postura di un cane è possibile intuire il suo umore:

  • I cani rilassati hanno un atteggiamento sciolto, mentre quelli tesi sono più rigidi.
  • I cani dal temperamento “dominante” tenderanno il corpo in avanti e verso l’alto.
  • Un cane sulla difensiva allineerà il corpo in basso e all’indietro.

Posizione della coda

Un cane che scodinzola è felice? In realtà significa solo che il cane è emozionato, quindi non per forza positivamente:

  • Se quando torni a casa il tuo cane viene verso di te scodinzolando, non vedeva l’ora di rivederti ed è felice.
  • Se un cane che non conosci ti raggiunge rigidamente e con oscillazioni della coda ridotte, conviene stare attenti.
  • Se il cane tiene la coda rigida e all’insù cerca di provocare. Si tratta di un gesto minaccioso.
  • Un cane che raccoglie la coda tra le zampe posteriori, invece, ha paura.

Sguardo e posizione delle orecchie

  • Un cane che ti fissa rigido, senza distogliere lo sguardo, è minaccioso. Le orecchie saranno rivolte in avanti.
  • Le orecchie all’indietro, al contrario, indicano paura, insicurezza e sottomissione.
  • Un cane che vuole dimostrare di non avere intenzioni aggressive, tenderà a distogliere lo sguardo.

E se il tuo cane appartiene ad una razza con le orecchie cadenti? In quel caso bisogna concentrarsi sull’attaccatura delle orecchie.

Mostrare i denti

  • Se il cane mostra solo i denti superiori, rappresenta una minaccia.
  • Se il cane mostra tutta la dentatura si tratta di una “minaccia difensiva”.

Sorrisi

Anche per i “sorrisi” non ci sono regole precise:

  • Un modo insicuro di mostrare i denti è il “sorriso sottomesso”, accompagnato da una postura accovacciata e la coda tra le zampe.
  • Il “sorriso sociale” invece è una forma amichevole. La postura di solito è rilassata e la coda oscilla festosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Preventivo
Cart Overview